italiano
english

Museo di Storia Naturale della Maremmamusei della maremmaFondazione Grosseto Cultura

2013

immagine

Nel Parco Regionale della Maremma la coppia di falchi pescatori si è riprodotta con successo per il terzo anno consecutivo. Dopo le consuete parate e gli accoppiamenti nel mese di febbraio, quest’anno la femmina ha deposto 3 uova in data 21 Marzo. Solamente due uova (un uovo non è stato fecondato) però si sono schiuse, dando alla luce due pulcini. La schiusa è avvenuta il primo di maggio. I due giovani falchi sono stati inanellati l’11 giugno, con la collaborazione di Francesco Pezzo, come nel 2012. I codici degli anelli colorati per i due giovani sono: P7 e T7 (anelli blu con codice bianco). Un campione di piume e di sangue è stato prelevato per le analisi genetiche. Il primi voli dei due giovani sono avvenuti nella seconda metà di giugno. Nell’ambito del progetto Mediterraneo, per la prima volta quest’anno Andrea Sforzi e Flavio Monti hanno effettuato delle catture al fine di equipaggiare i due giovani falchi con una strumentazione GPS/GSM per seguirne gli spostamenti anche dopo l’avvenuta dispersione e durante tutto l’inverno. Le catture sono state un successo ed entrambi gli individui sono stati marcati con i GPS alla fine di Luglio. Per i primi giorni dopo le catture i due falchi sono rimasti presso la foce del fiume Ombrone facendo ritorno al nido per ricevere le cure parentali dei due genitori. L’inizio della fase di dispersione é avvenuto a fine Luglio inizio Agosto.
 
torna a NIDIFICAZIONI
[ inizio pagina ]